Blog: http://Nathan2000.ilcannocchiale.it

NON HO PAURA!

Era il 23 novembre 1980 (quasi 35 anni fa). Alle 19,34, la terra cominciò a tremare in maniera violenta, per oltre 80 secondi... cominciate a contare, e vi renderete conto di quanto sono lunghi 80 secondi. Un minuto e mezzo, quasi, con il pavimento che balla, e non si ferma. E tu pensi a quando smetterà di ballare e se, alla fine del ballo, tu ci sarai ancora... la terra smise di tremare, e tutti uscimmo di casa. Ovunque era devastazione, paura e angoscia. Il giorno dopo, scoprii che una mia amica non c'era più... era stata colpita dal cornicione del palazzo della Prefettura a Potenza. Ed io feci conoscenza con la morte: la nera signora che può arrivare in ogni momento, e può apparire in abiti sempre diversi... ma che sempre ti porterà con sé, chissà dove!
Era il 14 agosto del 1985 (più di 30 anni fa). Col mio amico "Peppe" avevamo passato un pomeriggio al cazzeggio per la città. Avevamo riso, avevamo passeggiato per le vie del centro, avevamo bevuto una birra assieme e, al momento di lasciarci, c'eravamo dati appuntamento per il giorno dopo, al paese, dove era festa grande. Ma al Tg regionale, venni a sapere che il mio amico "Peppe" non c'era più... un incidente stradale l'aveva strappato a questo mondo. Non ho mai voluto sapere chi gli si era scagliato addosso con l'auto... forse perché non mi andava di coltivare rancori o rabbie inutili. Fatto sta che il mio amico non c'era più... una tragica fatalità aveva spezzato la sua esistenza e a me aveva lasciato un vuoto dentro. Ed io riconobbi la nera signora abbigliata in maniera differente da quando l'avevo conosciuta anni addietro.

Ogni giorno, in qualche istante della mia giornata, mi capita di pensare a quando sia altamente probabile esserci in un istante, e un istante dopo, per circostanze diverse, non esserci più... puoi uscire di casa, inciampare, perdendo l'equilibrio, e battere la testa. O puoi beccarti un infarto o un ictus. Oppure non hai bisogno di uscire di casa: basta scivolare dentro casa, battere il capo contro uno spigolo e dire addio a questo mondo. Oppure, mentre stai alla guida dell'auto, puoi perdere il controllo del mezzo e finire contro un muro e dire addio alla vita...

Insomma: comunque tu ti muova, sei in bilico sul filo e puoi cadere da un momento all'altro e mettere la parola fine alla tua esistenza! E pensate che un terrorista che spara, o si fa saltare in aria possa intimorirmi? Io non ho paura! E penso che, se ognuno di noi riflettesse sulla labilità della vita, non ci sarebbe da avere paura. Questa è la mia riflessione su tutto ciò che è accaduto negli ultimi anni... che piaccia o no agli altri... IO NON HO PAURA!

Pubblicato il 17/11/2015 alle 21.40 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web