Blog: http://Nathan2000.ilcannocchiale.it

PER CHI VALE LA PENA DI LOTTARE?

La rassegnazione (la mia, sia chiaro) per ciò che mi tocca di vedere, sentire, leggere... è arrivata ad un punto definitivo. Oramai non c'è più nessuna speranza per questo paese (men che meno per questa regione). Una volta, un avvocato che conosco, e che partecipò all'iniziativa della costituzione di una nuova associazione, ebbe a dire: «Le battaglie di questa nuova associazione saranno battaglie giuste e sacrosante. E, purtroppo, come sempre avviene, il nemico da cui guardarsi sarà la "gente". Da loro arriveranno le più grandi delusioni e, soprattutto, le più grandi opposizioni!». Ecco, ciò che diceva quest'avvocato (a cui facevo fatica a credere, sinceramente) è proprio ciò che sta accadendo.
Mi ero ripromesso di prendermi una pausa lunga, molto lunga, dal social network. Poi, per una sorta di prurito ai polpastrelli, l'altro giorno mi sono ritrovato a postare nuovi pensieri e a commentare pensieri altrui. Ma mi è bastata una giornata per capire che era perfettamente inutile!!! La "gente" ha intrapreso il suo cammino (insensato, come sempre accade). E se qualcuno mi dice che "l'espressione popolare" va rispettata, io rispondo: Certo che va rispettata! Ma, se mi permettete, non ho intenzione di condividerla nè, tantomeno, giustificarla... di comprenderla, poi...
Ho sempre pensato che la Politica sia altro, rispetto a ciò che si è visto negli ultimi vent'anni. E sono ancora convinto di ciò. Ma ciò che c'è stato negli ultimi vent'anni ha creato un "sentire" completamente differente da ciò che qualunque persona di buon senso auspicherebbe. E per questo motivo, c'è una gara a chi vuole "sfasciare" di più... che non è assolutamente politica! Un gioco al massacro, più che altro. Gioco al massacro che ha contagiato anche coloro che più di ogni altro avrebbe avuto bisogno di rimanere freddo ed obiettivo. Ma si sa... la "ribellione" è alquanto infettiva.
Insomma, sul Social, si continua ad essere sempre più nevrotici e sempre più autoreferenziali. Allora non serve a nulla continuare a muoversi in un mondo che non ti piace e che, soprattutto, non ti attira più. Per cui mi "defilo" nuovamente e, probabilmente, stavolta il periodo sarà davvero lungo.
Del resto, per i miei deliri via web... c'è questo spazio. Magari mi serve per curare le mie, di nevrosi!!! Senza che le altrui possano in qualche modo creare altri danni.
L'unica cosa che mi sento di dire, in questo momento, è che le energie, il tempo e quei pochi soldi (tirati fuori dalle mie tasche, sia chiaro) che mi avevano consentito di avere una sorta di impegno politico in questa regione, si siano velocemente esauriti. Tutta la voglia che avevo di contribuire al cambiamento (e non alla rivoluzione) di questa terra bellissima (ma abitata da capre ignoranti ed idiote), è passata. Ho solo un fine, in questa mia vita: tirare su mia figlia come meglio mi riesce. E quando sarà arrivato il momento di scegliere, la mia proposta per lei sarà quella di andare via da questa regione. E, magari, da questo paese. Tanto... per chi vale la pena di lottare?

Pubblicato il 29/3/2013 alle 8.35 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web