Blog: http://Nathan2000.ilcannocchiale.it

LA DROGA DELLA VITA.

Capita, talvolta, di perdersi nei propri pensieri e di ritornare in sé senza ricordare assolutamente nulla dei percorsi fatti con la mente in quei momenti. Questo è uno di quelli!!! Va da sé che, per quanto si provi a scervellarsi sulle elaborazioni fatte, spesso capita di non riuscire a riportare alla mente neppure un frammento di memoria di quei percorsi. Mi piace pensare, magari, di essere uscito dal mio corpo e di aver intrapreso un cossiddetto "viaggio astrale", in un'altra dimensione... una dimensione extracorporea, magari. Ma le prove di questi viaggi, difficilmente si riescono a reperire. Fatto sta che, dopo aver trascorso un lasso di tempo (più o meno lungo) immerso nei miei pensieri, mi sento molto meglio (ad esempio, se ero giù di corda, dopo il "viaggio" mi ritrovo di buon umore; se ero già di buon umore, il "viaggio" mi proietta in una sorta di euforia, più o meno intensa). Forse i neuroni, nella loro allocazione più profonda, magari quella dell'inconscio, lavorano a "risolvere" le nevrosi, le ansie e le paure che, in maniera cosciente, non ci riesce di fare. E mi sorprendo a pensare: sarebbe bello riuscire a "fermare" quei momenti, portarli ad un livello conscio e, magari, studiare una tecnica tale da riuscire, ogni qual volta se ne presenti la necessità, a "guarire" certi malesseri interiori o, magari, ad amplificare certi stati d'animo piacevoli. Una "droga" che l'organismo è in grado di sintetizzarsi da sola... la droga della vita!!!!

Pubblicato il 20/3/2013 alle 12.19 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web