Blog: http://Nathan2000.ilcannocchiale.it

PROBLEMA INTELLIGENZA.

Comincio a pensare che il "problema intelligenza" sia più serio di quanto si pensi: anche l'intelligenza deve essere trattata come una grandezza fisica... e, alla luce di questa considerazione, bisogna associarla sempre al sistema di riferimento che si intende usare.  Questo il pensiero che ho postato su Facebook qualche quarto d'ora fa. Stare a domandarsi se usare l'intelligenza sia appannaggio di pochi o sia nelle possibilità di tutti...  è un'attività che, talvolta mi prende. Soprattutto se, alla fine, ti poni il problema di ridurre l'utilizzo (o usufrutto, che mi pare più consono alla questione) del bene intelletto ad un problema assimilabile ad un fenomeno quasi "Fisico" (nel senso di Scienza dei fenomeni fisici). E certo, guardare su FB i pensieri che vengono postati da altri, magari andare a commentare per dire la tua (ovviamente senza intermediazioni di sorta... semplicemente l'idea che ti sei fatta tu, elaborando le informazioni di cui sei venuto in possesso solo mediante l'utilizzo della materia grigia contenuta nella tua scatola cranica), e vedere che, dall'altra parte, il tuo pensiero viene perlomeno travisato, nel senso che viene attribuito al tuo pensiero qualcosa che, magari, sa di retropensiero... lo so, sto cominciando ad "aggrovigliare" i concetti. Provo a spiegarmi meglio. Se una persona esprime un'opinione, una propria idea pubblicamente, si presuppone che, magari si abbia il desiderio che a questa tua idea, qualcuno possa contribuire con un commento in cui si riporta le opinioni scaturite alla lettura del post in questione. E, anche se chi ha postato il pensiero continua a cercare di portare il discorso verso una ben precisa direzione, tu provi, invece, a portare la discussione su binari che possano perlomeno essere equisistanti da posizioni sia ideologiche, sia di retropensiero. In altre parole, se un dato accadimento viene classificato come "Nero" non tenendo conto anche di altre variabili, tu cerchi di dire che l'accadimento può essere classificato come "Grigio" perché non è solo da una parte che vanno considerati i fatti, ma bisogna prendere tutte le informazioni possibili per cercare di farsi un'idea più generale di un singolo accadimento. Il gioco dura per due o tre commenti, e alla fine ci si sente dire che si vuol passare per più intelligenti degli altri, e che, invece, il problema è molto più semplice. A quel punto, direi, cominci a pensare che anche l'intelligenza sia una grandezza fisica che ha bisogno di essere inquadrata nel giusto sistema di riferimento (chissà se per l'intelligenza si può parlare di sistemi di riferimento inerziali...?). Ecco, questo è il problema che mi sono posto oggi. Chissà se può interessare a qualcuno. Finora, su Facebook, non ha ancora commentato nessuno.

P.S. Ho scritto tutto di getto. Non ho voglia di correggere refusi o consecutio temporum... pertanto chiedo, preventivamente, scusa per qualunque strafalcione sia potuto partire scrivendo questo post. Grazie!!!

Pubblicato il 29/10/2012 alle 12.49 nella rubrica Da Facebook.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web