.
Annunci online

  Nathan2000

"Da quando le persone corrotte si uniscono fra loro per costituire una forza, poi le persone oneste devono fare lo stesso". (Lev Nicolaevic Tolstoj)

 
Diario di bordo di chi spera di ritrovare la strada di casa
 


Indicazioni ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62.Il contenuto di questo blog non va considerato alla stregua di una testata giornalistica nè un prodotto editoriale e il suo curatore declina ogni responsabilità di qualsivoglia natura. Le notizie riportate provengono da altri siti sparsi per la rete, e dai normali organi d'informazione, (finanche da quelli mediaset). I testi vengono redatti da soggetto evidentemente incapace di intendere e di volere, prova ne sia il fatto che ha ostinatamente votato per il centro-sinistra (ma è meglio definirlo meno-destra). Il blog è attivo dal 17 gennaio 2008 (praticamente è iniziato con il carnevale e come scherzo vuole continuare ad esistere), non ha periodicità regolare ed è aggiornato secondo gli umori del suo curatore, la pazienza di sua moglie, la vitalità da pila alcalina di sua figlia e la gradazione alcolica delle bevande ingurgitate (avete notato che non ho accennato minimamente al lavoro? Beh, sono un impiegato pubblico che, per definizione, è un fannullone... quindi, il lavoro non mi riguarda; Viva Brunetta!!!). Va da sé che le responsabilità per i commenti sono di chi li inserisce. Si avverte che verranno cancellati, senza pietà alcuna, tutti quei commenti ritenuti offensivi per le persone. Verranno inoltre cancellate bestemmie, parole oscene, o che fanno riferimento alla pratica sessuale. Non saranno tollerati riferimenti espliciti o velati alla discriminazione di qualsivoglia natura (sessuale, razziale, politica, religiosa ecc.) Per concludere, le foto riportate nei post sono, per lo più, provenienti da internet (indicandone la provenienza). Qualora gli autori non autorizzassero la pubblicazione, possono comunicare tale intenzione e l'autore del blog provvederà a rimuovere le immagini come da richiesta. Buona lettura a tutti.

I BLOG CHE SEGUO

(Che siano lucani o di altre parti del mondo, sono quelli che preferisco)

ALICESTAFUORI

AMBIENTE BASILICATA (OLA)

anami

 animafragile

ANNA RUSSELLI

ARTARIE
ASTRONIK
betazedgirl

CAFFÈ SCORRETTO
COMITATO NO OIL POTENZA

DIARIO ESTEMPORANEO
elepuntallaluna

GARBO
gogobub

GOTHAMPOTENZA
jericho

IL CAF
IO TOCCO
I 400 COLPI (LU)
KALISPERA

LADYMARICA

lafatamab

LEONARDO
LUCKYSTAR

MANU  

MARATONETAGIO
MARIAPINA CIANCIO
MARTENOT-NEON

MAURIZIO BOLOGNETTI
NOICITTADINILUCANI
NONHOANCORADECISO

 OCCHIODELCICLONE

PAOLETTA82

PAOLO BORRELLO
PIETRO DOMMARCO
PINO SURIANO

ROSASPINA

SAXER

SAXERBLOG

SBLOGGATA
SERGIO RAGONE
SETTECINQUE   

sheisnotme

svegliaitalia


27 ottobre 2010

POLITICA EMERGENZA RIFIUTI? NO, GRAZIE!

Per i miei tre (o quattro) lettori, posto anche qui l'articolo scritto sul blog del Comitato no oil Lucania:

Si parla di rifiuti e discariche, da qualche tempo, in questa Regione. Se ne parla, il più delle volte, in maniera a dir poco tendenziosa… nel senso che, si vorrebbe inculcare nella gente, l’idea che in Basilicata si è prossimi ad una situazione critica – se non d’emergenza – che richiede soluzioni “tampone” in attesa della messa a regime dei vari Piani Rifiuti redatti dalle Province.

Per chiunque abbia voglia di leggere qualcosa sull’argomento, vi sono vari articoli presi dal sito della Regione Basilicata:

http://www.basilicatanet.it/basilicatanet/site/Basilicatanet/detail.jsp?sec=1005&otype=1012&id=539213&value=AGR

http://www.basilicatanet.it/basilicatanet/site/Basilicatanet/detail.jsp?sec=1005&otype=1012&id=539235&value=AGR

http://www.basilicatanet.it/basilicatanet/site/Basilicatanet/detail.jsp?sec=1005&otype=1012&id=539243&value=AGR

Inoltre, abbiamo anche un’interrogazione del Consigliere Mario Venezia sull’”annoso” problema.

Interrogazione Venezia su discarica di La Martella

26/10/2010 16:49

Presentata dal consigliere del Pdl una interrogazione per conoscere le motivazioni che hanno indotto il Presidente della Giunta a decidere in merito al conferimento presso la discarica di La Martella dei rifiuti urbani di Potenza

ACR

“Dure le proteste a Matera dopo che il Presidente della Giunta regionale della Basilicata ha disposto il conferimento, in sei mesi, di 4.392 tonnellate di rifiuti urbani nella discarica di La Martella provenienti dalla zona di Potenza centro, che riunisce numerosi comuni del potentino, ed in particolare dalla stazione di trasferenza di Tito Scalo”. Ad evidenziarlo il consigliere regionale del Pdl, Mario Venezia.
“Dalla scorsa settimana – continua Venezia - due camion, quotidianamente, trasportano i rifiuti urbani del capoluogo di regione nel capoluogo materano, innescando così la protesta dei cittadini della zona, già esausti per le esalazioni provenienti dall’area della discarica. La mia preoccupazione – dice Venezia - come quella dei cittadini materani è dovuta, inoltre, alla temuta saturazione della discarica per i lavori di ampliamento di questa e, non ultimo, per la paventata realizzazione di una nuova discarica e di incenerimento dei rifiuti anche presso gli impianti di biomassa ed i cementifici I cittadini in accordo con la Ola (Organizzazione Lucana ambientalista) ormai presidiano la discarica giorno e notte con un gazebo montato davanti all’ingresso di La Martella”.
“Ho presentato – comunica il consigliere - un’interrogazione urgente per conoscere le motivazioni che hanno indotto il Presidente della Giunta ad emettere l’ordinanza e per comprendere quali siano le reali cause che hanno indotto la Regione a non varare un piano dei rifiuti in linea con i tempi ed idoneo ad evitare situazioni incresciose simili a quelle della vicina Campania. I cittadini – conclude Venezia - sono stanchi ed esausti, sia per il continuo sperpero di denaro pubblico, sia per il palese e minimizzato rischio per la salute di un’intera comunità costretta a convivere con cumuli di rifiuti”.

A noi di Comunità Lucana – Movimento no oil, tutta questa diatriba risulta stucchevole. E il fatto che, in tutta questa vicenda, si riesca anche a strumentalizzare l’antico “campanilismo” che impera tra i due capoluoghi, ci dispiace non poco! Il campanilismo, a nostro avviso, dovrebbe essere la “nota di colore” presente in luoghi come il XXI Settembre a Matera, o l’Alfredo Viviani a Potenza… e sempre nei limiti di un bonario “sfottò”! Mai in termini di manifestazioni di odiosa violenza di cui le opposte tifoserie pure sono state protagoniste.

Ecco, fare in modo che le antiche “ruggini” tra cugini possano essere sfruttate, alla fine, per realizzare ciò che da tempo andiamo paventando e denunciando, è cosa che ci preoccupa non poco… qualcuno parla a vanvera di situazioni simili a quelle della discarica di Terzigno!!! Andiamoci piano con certi paragoni!!! Perché due camion al giorno non sono neppure paragonabili ai 30-40 al giorno della discarica campana!!! Non è che si cerca di creare climi allarmistici e avvelenati per poi, risolvere tutto con una bella “spalmata” di inceneritori (Termovalorizzatori è una parola insulsa e falsa) che possano, ancora una volta, rendere questa regione invivibile? Abbiamo paura che questa situazione, strumentalizzata a dovere, altro non sia che il Cavallo di Troia per l’ennesima conquista del nostro territorio.

Ma stiano tranquilli tutti: abbiamo la nostra proposta: Un piano Rifiuti studiato nei minimi dettagli che, nel giro di qualche giorno, presenteremo alla stampa!!! Una volta presentata la nostra proposta, sarà facile capire come tutta questa vicenda, altro non è che l’ennesimo tentativo di fare di questa Regione un qualcosa che poco ha a che fare con le sue peculiarità principali. E vedremo cosa saranno capaci di inventarsi per denigrare, svilire o, addirittura, “cestinare” una proposta che, da parte nostra, ha richiesto mesi di lavoro e studio!!!

A presto, con la presentazione del nostro piano Rifiuti. Nel frattempo, vogliamo sperare che non si strumentalizzi ulteriormente una situazione che nulla ha a che vedere con l’emergenza Campana, e ancor meno ha a che spartire con la situazione Potenza contro Matera!!!


19 ottobre 2010

diritti La Prof.ssa Albina Colella a capo dell’associazione per la tutela della salute.

Con grande piacere, pubblico il comunicato stampa della neonata associazione (di cui mi onoro di far parte) e già pubblicato sul Quotidiano della Basilicata.

E’ nata a Potenza l’associazione per “la tutela della salute Basilicata” che ha la finalità di promuovere la salvaguardia e la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini.  Alla luce delle sempre più frequenti denunce che si levano sullo stato dell’inquinamento del territorio lucano e sul record di malattie tumorali in Basilicata, l’Associazione si prefigge di fare chiarezza su tali allarmismi, di capire quello che realmente accade e di fornire una sintesi efficace semplice ed immediata fruibile ai cittadini. Allo scopo l’Associazione promuove la verifica che i parametri di impatto sull’aria, , suolo rientrino nei limiti di norma e verifiche eziologiche dei dati epidemiologici. L’Associazione inoltre: 1) intende agire civilmente per la tutela, la salvaguardia e la conservazione del diritto alla salute dei cittadini che risiedono, lavorano, dimorano in Basilicata; 2) si propone di dare la massima collaborazione ad enti ed organismi locali,regionali, nazionali e internazionali e interagisce con comitati, associazioni e persone fisiche o giuridiche; 3) promuove azioni di comunicazione; 4) esercita funzioni di sorveglianza e sdtimolo. Presidente dell’associazione é stata eletta Albina Colella professore ordinario di Geologia dell’Università della Basilicata. Tra i soci ci sono esperti in ingegneria, geologia, chimica, biologia, medicina dell’ambiente nonché avvocati, giornalisti e ufficiali di polizia esperti in reati in materia ambientale. Le iscrizioni sono aperte a tutti coloro che siano effettivamente sensibili e attenti alle problematiche e siano pronti anche ad impegnarsi in una logica di servizio sociale, mettendo a disposizione la propria professionalità e tempo.Per iscrizioni si può fare riferimento al sito facebook e alla mail colella@horatiocat.com.
La mia speranza è che questa associazione possa crescere tanto...


5 ottobre 2010

POLITICA NON SI MOLLA... MAI!!!

Il tardo pomeriggio di ieri è trascorso con una passeggiata per Via Pretoria (per i non potentini, si tratta del corso pedonale del centro storico del Capoluogo lucano) in compagnia delle mie donne! Si sa; durante lo "struscio", può capitare di imbattersi in amici, conoscenti; scambiare chiacchiere più o meno inutili, opinioni (più o meno opinabili). Perché questo preambolo? Semplicemente perché ieri, poco prima di ritornare a casa per la cena, mi è capitato di intrattenermi in chiacchiera con uno dei miei amici di vecchissima data (praticamente ci conosciamo da sempre). La chiacchiera è partita dalla situazione grottesca e assurda delle mense scolastiche della mia città, e si è sviluppata su altri temi di discussione riguardanti l'intero ambito regionale. E si è finito col parlare di come, nonostante i sanguinosi "prelievi" fiscali cui veniamo sottoposti, la situazione dei servizi che si ricevono in cambio è pressocché drammatica!
Voglio, però, parlare di una problematica che la discussione di ieri sera ha portato a galla: quasi senza pensarci, si è arrivati alla conclusione che la classe politica dominante (non c'entrano destra e sinistra, in questo caso: c'è un "inciucio" ormai chiaro tra maggioranza e opposizione!!!), vale a dire la classe politica "TUTTA", di questa regione, pare considerare le esigenze dei cittadini come un fastidio! Anzi, dirò di più: ieri sera, il mio amico di vecchia data, mi ha detto che la sua idea è che la nostra classe dirigente stia lavorando per convincerci, quanto prima, ad abbandonare questa terra. Ed ha aggiunto che, una volta che i suoi figli dovessero decidere di spostarsi di qua per andare a studiare fuori, anche lui prenderà la decisione di andar via!

Ecco, ciò che la maggior parte delle persone che abitano in questa regione pensa, è proprio questo: andar via, perché questa regione non offre nulla! Si va alla media di 3.000 persone all'anno che vanno via (per non farvi ritorno), senza che la politica (lettera minuscola d'obbligo) abbia la benché minima intenzione di porre rimedio a questa emorragia. E, una volta che gli abitanti di questa regione fossero diventati 2-300.000, tutti ben soggiogati dalle logiche clientelari, i potenti locali potrebbero fare di questa terra ciò che vogliono!

Io non ci sto! Non voglio andare via da questa regione per forza!!!! Mi piacerebbe che mia figlia, tra una quindicina d'anni, decidesse di trasferirsi da qualche altra parte per scelta, non per forza! E la stessa cosa dicasi per il sottoscritto.

Per questo non mollo!!!! Non si deve mollare mai!!!! Perché non si può sottostare a tutto questo "ciarpame" politico amministrativo!

Io ho scelto di fare la mia battaglia con Comunità Lucana - Movimento no oil proprio perché ritengo che sia giusto far sì che in questa regione ritorni un minimo di democrazia! Che i diritti dei cittadini rimangano tali, e non vengano elargiti come "favori" dal potente di turno.

Rimanere e lottare per tutto ciò! NON SI MOLLA... MAI!!!


4 ottobre 2010

SOCIETA' ANCORA IL PROBLEMA MENSE SCOLASTICHE NEL COMUNE DI POTENZA.

Copia - incolla dal sito istituzionale della Regione Basilicata (è una mia fissa… ma il conflitto di interesse mio personale me lo voglio giocare tutto)

Comune Pz, Molinari: come riattivare la mensa scolastica

03/10/2010 09:48

BAS
“Siamo disposti a votare subito una variazione di bilancio per destinare i fondi necessari a far ripartire le mense nel Comune di Potenza. Si dovrebbero recuperare almeno 200 mila euro per la riattivazione del servizio.” Lo hanno detto, nel corso di una conferenza stampa ieri mattina, i gruppi di opposizione in seno al Consiglio comunale di Potenza che hanno illustrato ai giornalisti la loro proposta per garantire il servizio mensa nel capoluogo. Presenti all’incontro con la stampa il Coordinatore dei gruppi di opposizione Giuseppe Molinari, i consiglieri Angelo Laieta (Dec), Antonino Imbesi (Pdl), Francesco Fanelli (Pdl), Salvatore Lacerra (Mal), Giuseppe Ferraro (I Socialisti).
“I fondi necessari per riattivare la mensa nelle scuole del capoluogo– hanno spiegato - potrebbero essere recuperati dalle spese previste per le opere pubbliche non ancora appaltate. L’amministrazione di Potenza avrebbe dovuto affrontare la questione già da luglio in quanto – hanno continuato i consiglieri di minoranza - era già a conoscenza del debito storico e dei tagli che hanno riguardato tutti i comuni, tra i quali forse Potenza è l’unico dove non è ancora partito il servizio per le mense scolastiche. Questo problema riguarda numerose famiglie molte delle quali pagano il servizio mensa sia negli asili paritari che in quelli comunali e statali”.

“Il Comune di Potenza – hanno sottolineato – avrebbe potuto trovare una soluzione diversa con il gestore del servizio anche chiedendogli di riprendere il lavoro, solo temporaneamente senza soldi”.

______________________________________________________________

La proposta di Molinari (e di tutti gli altri rappresentanti dell’opposizione) sembrerebbe sensata. Magari avrà preso le sue informazioni sul Patto di stabilità che incombe sulla Regione, e avrà, almeno per ora, abbandonato l’idea di chiedere aiuto al massimo organo istituzionale territoriale! Ma la mia riflessione vuole spingersi ben oltre l’emergenza. Da troppi anni ascoltiamo autocelebrazioni del Sindaco (e del suo seguito, in Comune e fuori) su ciò che si è fatto e ciò che ancora si deve fare. Sembrerebbe, in piccolo, ciò che avviene a livello nazionale… dove abbiamo il Capo del Governo (e i suoi uomini, fuori e dentro il governo) che continuano a parlare di “Governo del fare”, elencando “millanta” provvedimenti e decisioni mentre, purtroppo per noi, il paese non se la passa assolutamente bene! Identica cosa (fatte le dovute proporzioni) accade nella nostra città: un Sindaco che non perde occasione per “strombazzare” ai quattro venti tutte le opere e decisioni prese per il bene di questa città… salvo, poi, rendersi conto di quanto, invece, le cose non vadano proprio come dovrebbero. Un’”amministrazione comunale del fare” che mi fa sorridere. Eh sì! Perché tutti stiamo a dare addosso al Ministro Gelmini per come sta provando a “demolire” la scuola pubblica, senza voler vedere che, in casa nostra, non è che la situazione sia messa meglio. Perché se si parla di servizio mensa che non parte nelle scuole del capoluogo (per una presunta “distrazione” in fase di redazione del bilancio, pare), e sulla Città di Potenza aleggia un ulteriore spettro, riguardante il servizio “Scuolabus”, allora vuol dire che le cose non differiscono rispetto alla situazione nazionale. Eppure, a ragionarci su, il colore politico delle due realtà dovrebbe (a questo punto il condizionale è d’obbligo) essere differente!!! Ma i risultati, che sono sotto gli occhi di tutti, paiono esattamente gli stessi. A una reiterata promessa di conclusione dei lavori sulla Salerno - Reggio propagandata dal Premier, fa eco, a livello locale, un “favoloso” Nodo Complesso che dovrebbe risolvere i problemi della viabilità cittadina… anche se, magari, non abbiamo ancora sentito parlare di potenziamento di quel servizio pubblico dei trasporti che dovrebbe completare le opere di collegamento verticale (Ponte attrezzato e scale mobili varie) e che, quello sì, potrebbe risolvere il problema del traffico cittadino!!!

Insomma: se il Governo nazionale, di Centrodestra, ci parla di ciò che non si percepisce, dimenticandosi di parlarci di ciò che, invece, si percepisce benissimo, uno si aspetterebbe che un Governo locale di Centrosinistra, dovrebbe andare in direzione differente. A quanto pare, non è così! Intanto, non abbiamo ascoltato, almeno finora, nè il Sindaco, nè gli assessori responsabili, pronunciarsi sul problema delle mense scolastiche. Eppure il malcontento di tantissimi genitori che stanno “subendo” la situazione, è palpabile!!! Come se ne verrà fuori?

Antonio Bevilacqua

L'articolo è anche sul Blog del Comitato no oil Lucania.


2 ottobre 2010

SOCIETA' MENSE SCOLASTICHE: LA PESSIMA FIGURA DEL COMUNE DI POTENZA!

Questo è un post che ho scritto per il blog del Comitato no oil lucania. lo riporto "paro paro" a delizia (o tedio) dei miei quattro o tre lettori. 

Prima di iniziare questo articolo, voglio premettere una cosa importante: sono padre di una bimba di 4 anni che frequenta la Scuola dell’Infanzia (quello che una buona parte di noi continua a chiamare Asilo). Pertanto chi legge sappia che è possibile (anzi, è matematicamente certo), da parte mia, un coinvolgimento piuttosto personale in tutto ciò che andrò a scrivere (qualcuno potrebbe chiamarlo “Conflitto d’interesse”… mi sta bene!!!).

Voglio premettere, ancora, che l’unico articolo sull’argomento che mi è capitato di trovare sul sito della Regione (nonostante la protesta e il malcontento dei genitori potentini stia montando da diversi giorni) è il seguente

Mense scuole, domani conferenza dell’opposizione Comune Pz

01/10/2010 18:41BAS

Domani 2 ottobre ore 10,30 nella sala delle Commissioni nel Palazzo del Consiglio Comunale di Potenza, in piazza Matteotti, i gruppi di opposizione in seno al Consiglio comunale incontreranno la stampa alla quale presenteranno idee e proposte per la riattivazione della mensa scolastica nelle scuole del capoluogo.

Esprimendo, con fermezza, il disappunto per il disinteresse che la testata istituzionale ha dimostrato nei confronti di tutta questa vicenda, mi preme affermare che, almeno per me, per Comunità Lucana - Movimento no oil, per i membri dell’opposizione in Consiglio Comunale e per un congruo numero di genitori che si trovano in una situazione di disagio non da poco (per la venuta meno, almeno per ora, di un servizio essenziale), l’argomento meritava un tipo di trattamento piuttosto differente da quello che, invece, c’è stato. Al Tg3 Basilicata abbiamo potuto vedere (e ascoltare), nell’edizione delle ore 14.00, quelle che sono le posizioni e le informazioni che sono venute fuori dalla conferenza stampa che si è tenuta questa mattina. Sostanzialmente, abbiamo potuto scoprire che, per quanto riguarda le mense scolastiche, in bilancio non era prevista alcuna cifra!!! La cosa mi ha lasciato del tutto basito… eh sì?!? Perché non si tratta di una voce di bilancio di quelle che possono sfuggire: dal momento che, almeno a rigor di logica, un servizio come quello delle mense scolastiche è un servizio che ritorna periodicamente ogni anno, nell’organizzazione di un Comune che possa definirsi “moderno” e, aggiungerei, civile! E’ inspiegabile, per il sottoscritto, che in fase di bilancio preventivo ci sia potuta essere una dimenticanza del genere!!! E’ come se un qualunque padre di famiglia si dimenticasse di mettere in conto, nel bilancio familiare, le ipotetiche spese da sostenere per il Vitto dei membri di detta famiglia! Assurdo, quindi, ciò che ci è toccato ascoltare oggi!!!

Ma non vogliamo essere i soliti “sfascisti” di turno (già ce lo sentiamo dire quotidianamente…); attendiamo, a questo punto, che il Sindaco Vito Santarsiero e l’assessore al bilancio, Federico Pace ci chiariscano la situazione.

Ad onor del vero, il Tg3 ha già provato a spiegare che la situazione debitoria del Comune è di quelle da non sottovalutare; ma il servizio ha voluto fare anche più di quello che avrebbe dovuto fare: e cioè solo ed esclusivamente informazione! Perché tirare fuori “storie” che, probabilmente sono già state tirate fuori un numero illimitato di volte dal Sindaco (come l’accusa, giusta o meno poco importa, di una situazione finanziaria piuttosto disastrosa ereditata dall’amministrazione precedente, con svariati milioni di euro di debiti) ci è sembrata una cosa che esula dal dovere di un servizio giornalistico!!! Le accuse alle amministrazioni precedenti sono una prassi di qualunque amministratore, lo sappiamo; una testata giornalistica dovrebbe limitarsi a dare le informazioni. Il servizio di oggi, invece, mi pare che andasse oltre la semplice informazione di una situazione debitoria di circa 140 milioni di euro.

Comunque, tanto per concludere questa “digressione”, direi che siamo in attesa di chiarimenti da parte dell’amministrazione comunale che vadano al di là delle semplici accuse alle precedenti amministrazioni!!!

Ah, tanto per aggiungere altre problematiche alla già pesante situazione: Qualcuno ha ventilato l’ipotesi di un intervento della Regione Basilicata nella questione. Si sentono, in giro, voci di possibili fondi che verrebbero da Viale Verrastro per tamponare il problema. Ora, il sottoscritto, per lavoro, ha a che fare anche con erogazioni della Regione Basilicata. Siamo in un periodo di “Patto di Stabilità”. La Regione sta “centellinando” gli accrediti a tutti gli enti che erogano pagamenti… si può pensare che la Regione, che già ha parzialmente chiuso i rubinetti nei confronti di enti per i quali i fondi erano in poste di bilancio, possa aggirare il patto di stabilità per provare a tamponare la situazione? Io ho il sospetto che ciò non sia molto facile. Se qualcosa potrà venire da parte del massimo organo istituzionale regionale, questo verrà con l’anno nuovo!

Nel frattempo? I bimbi delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie cosa dovranno fare? Portarsi un panino per calmierare i morsi della fame e ritornare a pranzo a casa? Ma, soprattutto, cosa potranno fare quei genitori (e sono tantissimi) che, lavorando entrambi, non potranno fare i salti mortali per lasciare il lavoro e andare a prendere i figli a scuola alle 13,30? E tutto ciò, presumibilmente, fino all’anno nuovo?

Siamo in attesa di conoscere cosa accadrà (e il sottoscritto è interessato personalmente alla soluzione di questo problema)!!!

Antonio Bevilacqua.


sfoglia     settembre        marzo
 

 rubriche

Diario
opinioni politiche
Cultura
Divagazioni sportive
questioni etiche
elezioni
Giustizia e legalità
Città di Potenza
divagazioni economico-finanziarie
Diritti Vari
Potere
Energia
ambiente
Da Facebook
Comunità
Le perle di Nathan
versi

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ANNA FUBINI (aiuto infanzia)
ANTONIO DI PIETRO
ANTONIO PANNULLO
ARCOIRIS TV
BASILICATANET
BENNY CALASANZIO
BEPPE GRILLO
CARLO LUCARELLI
CARLO VULPIO
COME DON CHISCIOTTE
CORRIERE DELLA SERA
DISINFORMAZIONE
ECODIXIT
EDIZIONI BONELLI
ESPRESSO-REPUBBLICA
FABIO PISELLI
FERRUCCIO PINOTTI
GIANNI MINA'
GIOACCHINO GENCHI
GIULIETTO CHIESA
IL CONSIGLIO (dell'Abate Vella)
IL QUOTIDIANO
MASSIMO FINI
MEGACHIP
NEXUS ITALIA
OLIVIERO BEHA
PAOLO FRANCESCHETTI
REGISTRO PERSONALE
REPUBBLICA
SALVATORE BORSELLINO
S@SSI E-MIGRANTI
SCIENZA MARCIA
SIGNORAGGIO.COM
SONIA ALFANO
VOGLIO SCENDERE
WATTY

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom