.
Annunci online

  Nathan2000

"Da quando le persone corrotte si uniscono fra loro per costituire una forza, poi le persone oneste devono fare lo stesso". (Lev Nicolaevic Tolstoj)

 
Diario di bordo di chi spera di ritrovare la strada di casa
 


Indicazioni ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62.Il contenuto di questo blog non va considerato alla stregua di una testata giornalistica nè un prodotto editoriale e il suo curatore declina ogni responsabilità di qualsivoglia natura. Le notizie riportate provengono da altri siti sparsi per la rete, e dai normali organi d'informazione, (finanche da quelli mediaset). I testi vengono redatti da soggetto evidentemente incapace di intendere e di volere, prova ne sia il fatto che ha ostinatamente votato per il centro-sinistra (ma è meglio definirlo meno-destra). Il blog è attivo dal 17 gennaio 2008 (praticamente è iniziato con il carnevale e come scherzo vuole continuare ad esistere), non ha periodicità regolare ed è aggiornato secondo gli umori del suo curatore, la pazienza di sua moglie, la vitalità da pila alcalina di sua figlia e la gradazione alcolica delle bevande ingurgitate (avete notato che non ho accennato minimamente al lavoro? Beh, sono un impiegato pubblico che, per definizione, è un fannullone... quindi, il lavoro non mi riguarda; Viva Brunetta!!!). Va da sé che le responsabilità per i commenti sono di chi li inserisce. Si avverte che verranno cancellati, senza pietà alcuna, tutti quei commenti ritenuti offensivi per le persone. Verranno inoltre cancellate bestemmie, parole oscene, o che fanno riferimento alla pratica sessuale. Non saranno tollerati riferimenti espliciti o velati alla discriminazione di qualsivoglia natura (sessuale, razziale, politica, religiosa ecc.) Per concludere, le foto riportate nei post sono, per lo più, provenienti da internet (indicandone la provenienza). Qualora gli autori non autorizzassero la pubblicazione, possono comunicare tale intenzione e l'autore del blog provvederà a rimuovere le immagini come da richiesta. Buona lettura a tutti.

I BLOG CHE SEGUO

(Che siano lucani o di altre parti del mondo, sono quelli che preferisco)

ALICESTAFUORI

AMBIENTE BASILICATA (OLA)

anami

 animafragile

ANNA RUSSELLI

ARTARIE
ASTRONIK
betazedgirl

CAFFÈ SCORRETTO
COMITATO NO OIL POTENZA

DIARIO ESTEMPORANEO
elepuntallaluna

GARBO
gogobub

GOTHAMPOTENZA
jericho

IL CAF
IO TOCCO
I 400 COLPI (LU)
KALISPERA

LADYMARICA

lafatamab

LEONARDO
LUCKYSTAR

MANU  

MARATONETAGIO
MARIAPINA CIANCIO
MARTENOT-NEON

MAURIZIO BOLOGNETTI
NOICITTADINILUCANI
NONHOANCORADECISO

 OCCHIODELCICLONE

PAOLETTA82

PAOLO BORRELLO
PIETRO DOMMARCO
PINO SURIANO

ROSASPINA

SAXER

SAXERBLOG

SBLOGGATA
SERGIO RAGONE
SETTECINQUE   

sheisnotme

svegliaitalia


23 luglio 2009

sentimenti LA VECCHIA INGHILTERRA STA MORENDO... E LA CIVILTA' OCCIDENTALE?

Prima di iniziare a leggere questo post, consiglio di attendere che parta il seguente brano dei Waterboys dal titolo "Old England" e lasciarvi cullare dall'atmosfera abbastanza malinconica della canzone.


La scelta di questo brano ha a che fare con il seguente episodio: Corriere della Sera on line, nella giornata di ieri... mi imbatto nel seguente articolo. Mi è venuto spontaneo un moto di rabbia, nel pensare a quanto i protocolli e la burocrazia abbiano preso il sopravvento sul buonsenso. Mi è venuto un moto di sconforto che mi ha portato a pensare che, davvero, la vecchia Inghilterra sta morendo!!!! Ed eccomi impegnato a ricercare, su youtube, questo brano. Ho ascoltato e riascoltato la canzone più volte. E il mio pensiero, innumerevoli volte, si è soffermato su una serie di considerazioni: la civiltà occidentale, negli ultimi decenni, ha fatto passi da gigante verso aspettative di vita e di benessere sempre migliori. La scienza ha bruciato le tappe nella soluzione di innumerevoli problemi che, fino all'immediato dopoguerra, di soluzioni non ne offrivano nessuna!
Una civiltà occidentale rappresentata, per lo più, dal modello Statunitense ma che in Europa trovava, come punto di riferimento (per un congruo numero di fattori), proprio la Gran Bretagna (che siamo abituati, per semplicità, a chiamare Inghilterra).
Forse è proprio questo volersi ad ogni costo farsi trascinare dal modello statunitense che ha creato delle crepe in un sistema europeo che, oltre alle millenarie frammentazioni e divisioni che l'hanno sempre caratterizzato, rispetto al modello americano, aveva dei ritmi e delle filosofie differenti... finanche nella vecchia "Inghilterra" (che molto ha di affine ai cugini dall'altra parte dell'Atlantico), vigevano dei sistemi di vita con ritmi meno frenetici. Da un certo momento in poi, il sistema Americano si è insinuato anche in quello Anglo-Sassone (il Thatcherismo ne è stato il punto di più alta espressione).
Parlando con amici italiani che da anni si sono trasferiti nelle British Isles, ho sentito parlare di una società completamente diversa, più dinamica rispetto al resto d'Europa, più vitale. Salvo, poi, sentirmi dire che il problema alcolismo e l'alto numero di suicidi sono una vera piaga per la Gran Bretagna.
Non nascondo la mia meraviglia per la contraddizione lampante che, alla definizione di società vitale e dinamica oppone una problematica di male di vivere di cui abuso di alcol e suicidi sono una spia ben evidente.
E qui mi riallaccio all'articolo del Corriere che ho linkato più su: un ragazzo che, per problemi di alcolismo, ha avuto il fegato distrutto. Un trapianto di fegato che gli è stato negato per un protocollo piuttosto rigido e burocraticamente "astruso"! Risultato? La morte del ragazzo per un intoppo che la dice lunga sulla direzione che l'occidente rischia di prendere proseguendo su questa strada.
Qualcuno mi dirà che si è trattato di un "increscioso episodio di burocrazia dei regolamenti". Io ci vedo un percorso che, a lungo andare, porterà soltanto problemi su problemi, incresciosi episodi a raffica, proseguendo su questa strada.
E continuo a pensare: "La vecchia Inghilterra sta morendo"! Ma l'occidente nella sua totalità, gode di buona salute? Non sono un esperto di problemi sociologici... ma le mie riflessioni, purtroppo, non mi fanno ben sperare!


21 luglio 2009

diritti IL LAVORO DEI MAGISTRATI.

Sul sito del Corriere leggo, in merito alle dichiarazioni del Presidente Giorgio Napolitano fatte alla "cerimonia del Ventaglio", le seguenti parole: "Sulle presunte «nuove rivelazioni» sui mandanti della strage, il presidente ha aggiunto: «Sono rivelazioni che vengono da soggetti per lo meno discutibili. Bisogna fare attenzione alle testimonianze rese in sede giudiziaria. È lì che vanno vagliate e, eventualmente, vanno squarciati i veli. Tutti i collaboratori di giustizia inizialmente non godono di una grande credibilità, e certe rivelazioni sono state accolte da un clamore un po' eccessivo. Occorre lasciare che i magistrati facciano il loro lavoro»." (Per chi volesse leggere l'articolo nella sua interezza, basta cliccare qui)
La domanda che mi pongo, a questo punto, è la seguente: "Ma i magistrati che dovrebbero fare il loro lavoro (da qualche anno a questa parte), sono messi nelle condizioni di farlo, il proprio lavoro? Sono, da sempre, convinto che coloro che lavorano male (vedi qualche giudice che ci mette anni per depositare le motivazioni di una sentenza) vadano sanzionati in maniera anche piuttosto severa! Ma coloro che lavorano bene... qualcuno è in grado di spiegarmi perché, in un modo o nell'altro, vengono messi in condizione di non poter svolgere il proprio compito?


19 luglio 2009

diritti PAOLO BORSELLINO.

Un eroe italiano



A 17 anni di distanza dalla Strage di Via D’Amelio, oggi, a Palermo, su iniziativa di Salvatore Borsellino, fratello del giudice assassinato a Palermo, si è svolta la
manifestazione delle agende rosse. Si intravedono spiragli nelle indagini sulla strage grazie a qualche rivelazione del figlio di Vito Ciancimino, sul “papiello” vergato di proprio pugno da Totò Riina con le richieste allo Stato, da parte del boss corleonese, e di cui è possibile avere qualche notizia al seguente link.

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/07/14/ciancimino-jr-ultimo-segreto-patto-mafia-stato.html

Ancora si hanno, per tramite del suo avvocato, le affermazioni (ovviamente da prendere con la dovuta cautela) di Totò Riina in persona dal carcere di Opera (delle quali il sito di Repubblica parla al seguente link):

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/mafia-8/bolzoni-viviano/bolzoni-viviano.html

Insomma: c’è carne al fuoco e speranze per una maggiore chiarezza su una delle tante vicende oscure di questo nostro strano Paese. Ma io voglio ricordare Paolo Borsellino con le parole del suo amico Giuseppe Ayala (pubblico ministero del Maxi processo e, successivamente, parlamentare di questa nostra “sgarrupata” Repubblica), tratte dal suo libro “Chi ha paura muore ogni giorno”:

C'è qualcuno in questo Paese che si occupa della sottrazione dei documenti più personali delle vittime - cossiddette "eccellenti" - a cadavere ancora caldo. Una sorta di specialissima "Agenzia funebre" parallela che, anziché badare al morto, si incarica di trafugare tutte le carte più direttamente riferibili allo scomparso. La borsa che Aldo Moro aveva con sé al momento del sequestro? Mai trovata. Il computer di Giovanni Falcone? Ripulito. L'agenda rossa di Paolo Borsellino? Scomparsa. Il mandato prescinde dal contenuto di ciò che viene sottratto alle indagini. Ma viene eseguito con straordinaria tempestività. In nome, forse, di un "non si sa mai" che sarebbe interessante capire a chi fa capo. Magari un giorno, se scoperti, ci diranno che tutto questo avviene "nel superiore interesse dello Stato", mentre le povere vittime muoiono convinte di averne servito un altro. E' irragionevole supporre che la velocità dell'intervento consegua alla preventiva conoscenza del delitto che sarà consumato? L'efficienza è troppo fulminea per non essere sospetta.

Ecco! Alla luce di queste parole io do la chiave di lettura della frase di Riina: “L’hanno ammazzato loro!”. E penso anche alle parole di circostanza dei tanti "tromboni" che, alle manifestazioni di Palermo diranno la loro... con molta ipocrisia!
Per concludere, ripenso anche ad una frase di Raffaele Cutolo (altro “gentleman” di questo nostro paese) quando, rispondendo ad un giornalista che gli chiedeva se, nel “Caso Cirillo” fosse presente la mano dei servizi “deviati” rispondeva (neppure tanto sibillinamente): “Perché? Esistono i servizi deviati? Esistono i Servizi!”.


9 luglio 2009

finanza DIVAGAZIONI ECONOMICHE IN NONCHALANCE!

Carissimi amici (e mi rivolgo ai miei quattro lettori)... forse non ricorderete ciò che scrivevo in data 6 giugno del 2008 (perché la memoria, almeno per certi temi, è labile). Voglio rinfrescarvi i ricordi rimandandovi a rileggere il post a cui mi riferisco.

Siccome sono un inguaribile sospettoso, quest’oggi ho deciso di andare a verificare i miei sospetti. Quali? Beh, per chi ha letto il post dell’anno scorso, è facile scoprirlo! Il mio sospetto è quello secondo il quale, come ogni anno, a fronte di una crescita economica (in termini di beni e servizi, intendiamoci) praticamente nulla (se non vogliamo chiamarla recessione), ci siamo trovati di fronte ad una Banca d’Italia che ha, con nonchalance, continuato nella sua opera di emissione di moneta. Non ci credete? E allora fate un click qui; vi troverete davanti ad un file formato pdf che è semplicemente il Bilancio d’esercizio per l’anno 2008 della Banca d’Italia (pubblicato sul sito della nostra banca centrale). Scorrendo il file dovrete arrivare fino a pag. 21 di 65 (come riportato nella finestrella in basso al centro), oppure alla pagina 305 del documento (trattasi di uno stralcio dell’intera relazione). Troverete, proprio in cima alla pagina, la situazione della moneta in circolazione nel nostro paese (confrontata a quella che circolava nell’anno precedente. Voglio facilitare il compito dei miei quattro lettori inserendo la seguente tabella:

31.12.2008

31.12.2007

1 BANCONOTE IN CIRCOLAZIONE

126.159.171.125

112.213.480.080

Ora, qualcuno mi farà notare che, in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, si è voluto fare una “iniezione” di liquidità (iniezione che ha sempre più l'aspetto di un clistere) per fronteggiare la situazione. Eppure confrontando la tabella del post scritto l’anno scorso, tutto sommato, mi rendo conto che l’iniezione di liquidità è stata di pochissimo superiore a quella che, costantemente, si è avuta nel corso degli anni precedenti. Cosa ne concludo? Che più conosco le banche centrali (sono istituti privati, che si sappia… lo Stato non c’entra nulla), più mi rendo conto del fatto che non siamo per nulla in buone mani!

Sono in debito con i miei quattro lettori di un post sul “Creare denaro dal nulla” (attività primaria delle banche commerciali). Sto lavorando per rendere il tutto leggibile e chiaro (si tratta di una materia molto ostica). Ma prima del post sul creare denaro dal nulla, si renderà necessario postare qualcosa sul famigerato “Signoraggio” (altro argomento di non facile comprensione). Faccio solenne promessa, in questo momento, di darmi una mossa. Quanto prima pubblicherò quanto enunciato. Nel frattempo… riflettiamo!


3 luglio 2009

politica interna DECRETO SICUREZZA. QUELLO CHE NE PENSO IO!

E' da un po' che non scrivo più sul blog... Facebook e gli impegni lavorativi (e politici) mi hanno tenuto un pochino lontano da questo mio spazio. Il ritorno è di quelli, diciamo così, pirotecnici. Si tratta del Decreto Sicurezza appena nato. Ho dato una scorsa all'articolo pubblicato dal sito di Repubblica.
Il senato ha partorito (con voto di fiducia, quindi, fregandosene allegramente delle prerogative del nostro parlamento) il famigerato Decreto Sicurezza... voluto fortemente dal Ministro Maroni ma che, all'ultimo momento, ha visto una rivendicazione di paternità da parte del Presidente Berlusconi che, mi pare, la dica lunga sulla questione.
Ho voluto fare un esperimento: riporto l'articolo nella sua interezza con, di fianco, il mio commento. Vediamo che ne viene fuori!

L'articolo di Repubblica Il mio commento ( :-) )

ROMA - Si potranno organizzare le ronde; diventa reato l'immigrazione clandestina. Da oggi il ddl sicurezza è legge dello Stato. L'ok definitivo del Senato è giunto in tarda mattinata con il voto di fiducia: 157 favorevoli tra PdL, Lega Nord e MpA; 124 no; 3 astenuti. Plaude la maggioranza ("Una legge fatta per la serenità dei cittadini, da me fortemente voluta", ha detto Silvio Berlusconi); forti le critiche sollevate dall'opposizione ("E' un danno per il paese", è stato il commento di Dario Franceschini, segretario Pd), e dal Vaticano: "Basta criminalizzare gli stranieri. E' una norma che porterà dolore".

Come premesse, possiamo dire, non c’è male. No?

Inasprite pene per gli immigrati. Dopo un lungo braccio di ferro con l'opposizione, la nuova legge impone un giro di vite sugli immigrati irregolari che da oggi rischieranno il processo. La permanenza nei Centri di identificazione temporanea per verificare
la provenienza dei migranti potrà toccare i 18 mesi (finora il limite era di 60 giorni). Una pena fino a tre anni di carcere è prevista per chi affitta case o locali ai clandestini.

Lungo braccio di ferro con l’opposizione? Nel senso che si è arrivati al voto di fiducia? E che braccio di ferro è?
Quanto alla permanenza prolungata, possiamo dire che la cosa va di pari passo con le risorse umane a disposizione dello stato. Piuttosto che potenziare le forze dell’ordine (magari stanziando qualche solderello per far funzionare meglio l’apparato) si allungano i tempi. Risultato? Centro di permanenza temporanea = Lager!

Le ronde. Potranno collaborare con le forze dell'ordine le associazioni di cittadini organizzate in ronde. Le associazioni saranno iscritte in un apposito elenco a cura del prefetto. Sarà un decreto del ministro dell'Interno a disciplinare i requisiti necessari, ma fin d'ora il governo ha assicurato che le ronde non saranno armate.

Mi immagino i delinquenti incalliti quanto saranno intimoriti da questi folkloristici cittadini organizzati in passeggiate per i quartieri….

Norme anti-racket. Vengono inoltre ripristinati i poteri del procuratore nazionale antimafia e inasprito il 41-bis sulla detenzione dei boss mafiosi. Rispetto ad una stesura precedente, torna l'obbligo per gli imprenditori di denunciare i tentativi di racket, pena l'esclusione dalle gare d'appalto che scatta anche quando la richiesta del pizzo emerga dalle risultanze di un rinvio a giudizio.

Sto pensando, invece, a qualcuno che siede in parlamento con una condanna per “Concorso esterno in associazione mafiosa”. Vabbè, direte voi, non è ancora una sentenza definitiva. E se lo diventasse? Vedremmo il personaggio in questione rinchiuso in carcere con tutte le ristrettezze del 41-bis?

Ritorna il reato di oltraggio. Aggravanti per i reati commessi su anziani e disabili; introdotte norme più severe contro i graffitari e contro coloro che impiegano bambini per l'accattonaggio. Ritorna ad essere penalmente rilevante il reato di oltraggio a pubblico ufficiale.

Bene per anziani e disabili. E per chi commette abusi sui bambini? Le pene non vengono inasprite?
Se i graffitari riempissero di colori i freddi “muraglioni” di calcestruzzo di cui sono piene le nostre città… siamo sicuri che meriterebbero una normativa più severa?
Oltraggio a pubblico ufficiale… sarei d’accordo, in linea di massima.

I complimenti del centrodestra. "Una legge per gli italiani", ha detto Maurizio Gasparri, presidente dei senatori del Pdl. Soddisfatto anche il ministro dell'Interno Roberto Maroni, "padre politico" del provvedimento: "E' un passo in avanti molto importante per garantire la sicurezza ai cittadini. Non è un provvedimento razzista".

Ora, l’affermazione di Gasparri che significa (domanda legittima no?)? Che gli Italiani si meritano questa legge? Beh, visto come hanno votato e continuano a votare, direi, è proprio così!
Quanto a Maroni… sicurezza!!!! Una parola che è servita a vincere le elezioni. Ma c’è davvero bisogno di sicurezza in questo paese? Magari pensiamo al disastro di Viareggio e ne riparliamo!

Le critiche di Franceschini. Ma dall'opposizione si alza dura la protesta. "E' il prezzo che il governo paga alla Lega ed è un danno per il Paese. Indebolisce l'immagine già lesionata dell'Italia.", ha detto Dario Franceschini, segretario del Pd. "Nessuna risorsa in più è destinata alle forze di polizia mentre passano provvedimenti come il reato di clandestinità che rischia di ingolfare il lavoro dei magistrati e di riempire le carceri senza essere un concreto intralcio alla criminalità che sfrutta l'immigrazione clandestina". E i parlamentari dell'Italia dei Valori hanno alzato in aula cartelli con scritto: "I veri clandestini siete voi. Governo: clandestino del diritto".

Passi la affermazione di Franceschini sul prezzo da pagare alla Lega (mi pare che Berlusconi rivendichi la paternità di questa legge!). Ma l’opposizione, che avrebbe fatto un “braccio di ferro”, non si è solo accontentata di perdere le elezioni del 2008… ha galleggiato per più di un anno in masturbazioni mentali!!!! Scimmiottando il berlusconismo; e, poi, si è visto, alla fine, che il cittadino ha preferito votare per l’originale piuttosto che per una copia neppure ben riuscita.

Critico anche il Vaticano. Il presidente del Pontificio consiglio della pastorale per i migranti, monsignor Antonio Maria Veglio, ha scritto: "I migranti hanno il diritto di bussare alle nostre porte. Basta demonizzare e criminalizzare il forestiero. L'arrivo dei migranti non è certo un pericolo. Sbagliato trincerarsi dentro le proprie mura". Gli ha fatto eco il segretario del pontificio Consiglio, monsignor Agostino Marchetto: "La nuova legge porterà "molti dolori e difficoltà agli immigrati". Critiche a cui Berlusconi non ha voluto rispondere: "Non le conosco e quindi non posso rispondere", ha detto seccato il presidente del Consiglio ad un cronista che gli chiedeva di commentare le parole del Vaticano. E dal forum del Terzo settore, il portavoce Andrea Olivero avverte: "La legge è un'ulteriore chiusura a quel dialogo tanto auspicato tra istituzioni e società civile".

Le “critiche” del Vaticano mi paiono un pochino avventate. Ma il tutto è ben sintetizzato dalla risposta “seccata” di Berlusconi. A mio modo di vedere, questa risposta è un chiaro messaggio ai porporati: “Avete voluto un appoggio nostro per il caso Englaro e il testamento biologico? Ebbene: oggi vi presento il conto!”
Della serie: troppe ingerenze danno fastidio anche a uno che è abituato a “strusciarsi” con facilità alle sottane dei prelati.

Il Viminale non ci sta. Il ministero dell'Interno reagisce al coro di critiche alla legge e in particolare all'accusa di avere emanato un provvedimento che riporterebbe il Paese alle "leggi razziali". Con un comunicato stampa il Viminale sottolinea come i contenuti del ddl approvato al Senato "siano ben altri" e che "non esiste alcuna norma che vieti i matrimoni misti" oppure il "divieto per le donne straniere irregolari di riconoscere i figli né tantomeno di dichiararne la nascita". Il riferimento è all'appello di alcuni intellettuali che su Micromega si fanno promotori di una raccolta di firme contro la legge.

Può darsi che sia così! Che non sia una vera e propria legge razziale! E allora? Il pericolo che sia un punto di partenza è così lontano?


Che dire? Siamo messi maluccio?


sfoglia     giugno        settembre
 

 rubriche

Diario
opinioni politiche
Cultura
Divagazioni sportive
questioni etiche
elezioni
Giustizia e legalità
Città di Potenza
divagazioni economico-finanziarie
Diritti Vari
Potere
Energia
ambiente
Da Facebook
Comunità
Le perle di Nathan
versi

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ANNA FUBINI (aiuto infanzia)
ANTONIO DI PIETRO
ANTONIO PANNULLO
ARCOIRIS TV
BASILICATANET
BENNY CALASANZIO
BEPPE GRILLO
CARLO LUCARELLI
CARLO VULPIO
COME DON CHISCIOTTE
CORRIERE DELLA SERA
DISINFORMAZIONE
ECODIXIT
EDIZIONI BONELLI
ESPRESSO-REPUBBLICA
FABIO PISELLI
FERRUCCIO PINOTTI
GIANNI MINA'
GIOACCHINO GENCHI
GIULIETTO CHIESA
IL CONSIGLIO (dell'Abate Vella)
IL QUOTIDIANO
MASSIMO FINI
MEGACHIP
NEXUS ITALIA
OLIVIERO BEHA
PAOLO FRANCESCHETTI
REGISTRO PERSONALE
REPUBBLICA
SALVATORE BORSELLINO
S@SSI E-MIGRANTI
SCIENZA MARCIA
SIGNORAGGIO.COM
SONIA ALFANO
VOGLIO SCENDERE
WATTY

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom