.
Annunci online

  Nathan2000

"Da quando le persone corrotte si uniscono fra loro per costituire una forza, poi le persone oneste devono fare lo stesso". (Lev Nicolaevic Tolstoj)

 
Diario di bordo di chi spera di ritrovare la strada di casa
 


Indicazioni ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62.Il contenuto di questo blog non va considerato alla stregua di una testata giornalistica nè un prodotto editoriale e il suo curatore declina ogni responsabilità di qualsivoglia natura. Le notizie riportate provengono da altri siti sparsi per la rete, e dai normali organi d'informazione, (finanche da quelli mediaset). I testi vengono redatti da soggetto evidentemente incapace di intendere e di volere, prova ne sia il fatto che ha ostinatamente votato per il centro-sinistra (ma è meglio definirlo meno-destra). Il blog è attivo dal 17 gennaio 2008 (praticamente è iniziato con il carnevale e come scherzo vuole continuare ad esistere), non ha periodicità regolare ed è aggiornato secondo gli umori del suo curatore, la pazienza di sua moglie, la vitalità da pila alcalina di sua figlia e la gradazione alcolica delle bevande ingurgitate (avete notato che non ho accennato minimamente al lavoro? Beh, sono un impiegato pubblico che, per definizione, è un fannullone... quindi, il lavoro non mi riguarda; Viva Brunetta!!!). Va da sé che le responsabilità per i commenti sono di chi li inserisce. Si avverte che verranno cancellati, senza pietà alcuna, tutti quei commenti ritenuti offensivi per le persone. Verranno inoltre cancellate bestemmie, parole oscene, o che fanno riferimento alla pratica sessuale. Non saranno tollerati riferimenti espliciti o velati alla discriminazione di qualsivoglia natura (sessuale, razziale, politica, religiosa ecc.) Per concludere, le foto riportate nei post sono, per lo più, provenienti da internet (indicandone la provenienza). Qualora gli autori non autorizzassero la pubblicazione, possono comunicare tale intenzione e l'autore del blog provvederà a rimuovere le immagini come da richiesta. Buona lettura a tutti.

I BLOG CHE SEGUO

(Che siano lucani o di altre parti del mondo, sono quelli che preferisco)

ALICESTAFUORI

AMBIENTE BASILICATA (OLA)

anami

 animafragile

ANNA RUSSELLI

ARTARIE
ASTRONIK
betazedgirl

CAFFÈ SCORRETTO
COMITATO NO OIL POTENZA

DIARIO ESTEMPORANEO
elepuntallaluna

GARBO
gogobub

GOTHAMPOTENZA
jericho

IL CAF
IO TOCCO
I 400 COLPI (LU)
KALISPERA

LADYMARICA

lafatamab

LEONARDO
LUCKYSTAR

MANU  

MARATONETAGIO
MARIAPINA CIANCIO
MARTENOT-NEON

MAURIZIO BOLOGNETTI
NOICITTADINILUCANI
NONHOANCORADECISO

 OCCHIODELCICLONE

PAOLETTA82

PAOLO BORRELLO
PIETRO DOMMARCO
PINO SURIANO

ROSASPINA

SAXER

SAXERBLOG

SBLOGGATA
SERGIO RAGONE
SETTECINQUE   

sheisnotme

svegliaitalia


11 dicembre 2008

SOCIETA' IO STO CON GIOACCHINO GENCHI.

E' tornata alla ribalta, da qualche giorno, la vicenda delle inchieste sottratte al PM De Magistris. E si è sollevato un preoccupante polverone su tutta la vicenda. Chi ha voluto liberarsi del magistrato scomodo, oggi attacca anche il consulente tecnico cui il PM napoletano ha dato incarico di investigare nell'ambito delle inchieste da lui seguite: Gioacchino Genchi. Il tutto nasce dagli articoli di Giuseppe D'avanzo su "La Repubblica" e Giovanni Bianconi Sul "Corriere della Sera". Secondo i due giornalisti, il Dott. Genchi sarebbe il vero Deus ex machina delle inchieste della procura calabrese. A questo si aggiunga la dichiarazione di Marco Minniti (ministro ombra del Pd).
A tutto questo tran tran il Dott. Genchi risponde sul suo blog (il post è stato riportato anche sul blog di Benny Calasanzio, nipote di Paolo Borsellino, e di Sonia Alfano, figlia di un altro degli eroi di questa strana Repubblica: Beppe Alfano) e con un'intervista al GR1 che vi riporto da youtube:

Per chi mi conosce, è inutile ribadire che, alla luce di ciò che ho potuto leggere e vedere, IO STO CON GIOACCHINO GENCHI.

Voglio segnalare, anche, che, con tutta probabilità, su Facebook stanno per prendere corpo iniziative a sostegno di Gioacchino Genchi. Che io sosterrò.


30 ottobre 2008

diritti LO SPETTRO DI NUOVI "ANNI DI PIOMBO"?

Da giorni sto rimuginando sulla questione scuola pubblica... ma non è il "Decreto Gelmini" a prendersi tutta la mia attenzione. E neppure le numerose manifestazioni di piazza che, dal mio punto di vista, continuo a considerare un Diritto (altrimenti quel pezzo di carta che Chiamiamo "Costituzione", a che serve?). Facciamo pure l'ipotesi che su tutto questo tran-tran delle manifestazioni, più o meno spontanee, vi sia una buona dose di strumentalizzazione (ma sono portato a pensare che la buona dose non sia il 50 % + 1). Ritengo, però, che una considerevole parte (questa sì ben oltre il 50 %) di studenti e docenti, abbiano a cuore il problema "Scuola", senza che vi sia la benché minima intenzione di strumentalizzazione. Insomma, sono propenso a credere che una grande maggioranza dei manifestanti sia lì a sbandierare qualcosa che non è il semplice "marciarci su" che vogliono, da qualche parte, farci credere. Fatta questa premessa, vado a iniziare questo post! E lo inizio con l'ultimissima parte dell'articolo di Curzio Maltese (giornalista di Repubblica) che ha fatto qualcosa che, in genere, dovrebbero fare i giornalisti degni di tale nome: È andato a Piazza Navona, dove si svolgeva una manifestazione di studenti e docenti, e ne ha fatto la cronaca (altrimenti che cronista sarebbe?) che potete leggere qui. Cosa scrive Curzio Maltese nell'ultimo periodo della sua cronaca? Scrive quanto segue:

A mezzogiorno e mezzo sul campo di battaglia sono rimasti due ragazzini con la testa fra le mani, sporche di sangue, sedie sfasciate, un tavolino zoppo e un grande Pinocchio di legno senza più una gamba, preso dalla vetrina di un negozio di giocattoli e usato come arma. Duccio, uno studente di Fisica che ho conosciuto all'occupazione, s'aggira teso alla ricerca del fratello più piccolo. "Mi sa che è finita, oggi è finita. E se non oggi, domani. Hai voglia a organizzare proteste pacifiche, a farti venire idee, le lezioni in piazza, le fiaccolate, i sit in da figli dei fiori. Hai voglia a rifiutare le strumentalizzazioni politiche, a voler ragionare sulle cose concrete. Da stasera ai telegiornali si parlerà soltanto degli incidenti, giorno dopo giorno passerà l'idea che comunque gli studenti vogliono il casino. È il metodo Cossiga. Ci stanno fottendo".

La domanda che qualcuno, meno informato sulle ultime vicende, si potrebbe porre è la seguente: Che diavolo sarà mai 'sto "Metodo Cossiga" (quando il "Presidente Emerito"-picconatore-esternatore a ruota libera veniva chiamato "Kossiga"). Beh, trattasi di ciò che è riportato in una intervista che la dice lunga. Ma gira che ti rigira su internet, sono capitato anche qui, e tra le tante cose che il noto "picconatore" ha detto, ve ne sono un paio che mi turbano non poco: Cossiga parla di Massoneria (e dice pure "Di più non dico") e, poi, si sofferma su qualcosa di molto, molto inquietante... quando afferma: ''Non esagero, credo davvero che il terrorismo tornera' ad insanguinare le strade di questo Paese. E non vorrei che ci si dimenticasse che le Brigate Rosse non sono nate nelle fabbriche ma nelle universita' ".

Ora, quando Cossiga parla il sottoscritto, a differenza dei tanti che sono portati a pensare ad un "delirio senile", ritiene, viceversa, che nelle sue parole vi siano delle importanti rivelazioni sulla situazione che "verrà". Sarò paranoico? Può darsi, ma alla luce di cotali "profezie", posso affermare di essermi fatto l'idea che a Genova, nel 2001, è stato tutto organizzato ad hoc (anche se, poi, la vicenda ha preso una piega imprevista da chi aveva il bastone del comando); che nei prossimi mesi (o anni) ci aspettano delle situazioni che potrebbero risprofondarci nella tetra atmosfera degli "anni di piombo".
Insomma, una manifestazione che doveva essere pacifica presenta, almeno nella versione che ci ha fornito Curzio Maltese, degli elementi poco chiari (oserei dire "torbidi"). Un ex Presidente della Repubblica, ex Presidente del Consiglio, ex Ministro dell'interno fa delle affermazioni inquietanti. Ci sono tutti i presupposti per non stare tranquilli neppure un po'.
E, poi, sulla situazione "Istruzione" in Italia, ho qualche idea in testa che, quanto prima, posterò su questo blog... e non è molto rassicurante.

Tanto per aggiungere qualcosa di più, eccovi un bel video, scovato su Youtube, con Piazza Alimonda di Francesco Guccini, in sottofondo. Buona visione e buon ascolto.


23 luglio 2008

SOCIETA' SPETTACOLARIZZAZIONE GRATUITA.

Scartabellando tra i vari siti sui quali quotidianamente ho l'abitudine di soffermarmi, mi imbatto, sul sito di Repubblica, in un video a dir poco inquietante. Un manichino di lattice assiso su una sedia elettrica ("giocattolo" proveniente da quel luogo di perdizione che è Las Vegas) in una giostra milanese. Il proprietario della giostra afferma di aver acquistato il... curioso "giochino" tramite internet, e di averlo pagato 5.000 euro. Basta inserire una moneta (non è specificato il conio) e si assisterà allo spettacolo della morte per scariche elettriche. Guardatevi il video

Terrificante vero? Non sono un moralista (almeno, credo di non esserlo)... ma la visione di questo video mi lascia senza parole. Inoltre leggo il seguente articolo sul tema e mi trovo sostanzialmente d'accordo. Dopo la visione del filmato, mi sono domandato quale possa essere la spiegazione da un punto di vista psicologico degli "sghignazzi" di sottofondo di quei ragazzi che hanno filmato il tutto. Non ho i mezzi per poterci arrivare da solo... so soltanto che la spettacolarizzazione della morte (e della pena capitale) mi inquieta non poco. Hai voglia a dirmi che fin dall'antichità "la violenza è sempre stato il sollazzo del popolo" (vedi corse tra bighe al Circo Massimo o i combattimenti tra gladiatori). Io sento soltanto che, in qualche modo, stiamo esagerando con la voglia di spettacolo a tutti i costi. Sbaglio?


18 aprile 2008

POLITICA PRESA DI COSCIENZA.

Il vero vincitore di queste elezioni non è Berlusconi…. ormai è chiaro come la luce del giorno in pieno sole! Bossi ha sbancato! È inutile che stiamo a girarci intorno. E nonostante le prime beccatine del Leader leghista sulla questione Ministeri alla Lega, leviamoci dalla testa l’idea che il centrodestra  durerà meno di cinque anni.
Veltroni continua a negare che il problema candidature (imposte dall’alto) sia un vero problema…. allora, la mia domanda è: come si spiega l’esplosione elettorale dell’Italia dei Valori? Insomma, l’analisi di tutto l’accaduto è, a conti fatti, neppure troppo difficile. Ma vi consiglio di leggere l’articolo di Giorgio Bocca su Repubblica.it; e, sempre sul sito del quotidiano di Ezio Mauro il seguente editoriale. Le tesi riportate possono essere condivisibili. E anche qualche soluzione, come un Pd del nord, autonomo ma leale al Pd nazionale è una ipotesi che mi intriga….
Rimane il fatto che la mia idea non cambia: un governo Ombra non è la soluzione ottimale; è necessario che il governo (e anche l'opposizione) sentano l'ombra, il fiato sul collo dei Cittadini, che devono imparare a controllare l’operato dei propri (?) rappresentanti e, all’occorrenza, farsi sentire se le decisioni dovessero essere in contrasto con quello che viene, giustamente, definito BENE COMUNE.
Prendiamo coscienza del fatto che i veri Proprietari della Repubblica Italiana siamo noi…..

Dal momento che ho cominciato a farlo, direi di proseguire con la consuetudine di lasciare i passanti sul mio blog anche in compagnia di qualche pietanza musicale. (The Cars: Heartbeat City). Buon ascolto!


sfoglia     novembre        gennaio
 

 rubriche

Diario
opinioni politiche
Cultura
Divagazioni sportive
questioni etiche
elezioni
Giustizia e legalità
Città di Potenza
divagazioni economico-finanziarie
Diritti Vari
Potere
Energia
ambiente
Da Facebook
Comunità
Le perle di Nathan
versi

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ANNA FUBINI (aiuto infanzia)
ANTONIO DI PIETRO
ANTONIO PANNULLO
ARCOIRIS TV
BASILICATANET
BENNY CALASANZIO
BEPPE GRILLO
CARLO LUCARELLI
CARLO VULPIO
COME DON CHISCIOTTE
CORRIERE DELLA SERA
DISINFORMAZIONE
ECODIXIT
EDIZIONI BONELLI
ESPRESSO-REPUBBLICA
FABIO PISELLI
FERRUCCIO PINOTTI
GIANNI MINA'
GIOACCHINO GENCHI
GIULIETTO CHIESA
IL CONSIGLIO (dell'Abate Vella)
IL QUOTIDIANO
MASSIMO FINI
MEGACHIP
NEXUS ITALIA
OLIVIERO BEHA
PAOLO FRANCESCHETTI
REGISTRO PERSONALE
REPUBBLICA
SALVATORE BORSELLINO
S@SSI E-MIGRANTI
SCIENZA MARCIA
SIGNORAGGIO.COM
SONIA ALFANO
VOGLIO SCENDERE
WATTY

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom