.
Annunci online

  Nathan2000

"Da quando le persone corrotte si uniscono fra loro per costituire una forza, poi le persone oneste devono fare lo stesso". (Lev Nicolaevic Tolstoj)

 
Diario di bordo di chi spera di ritrovare la strada di casa
 


Indicazioni ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62.Il contenuto di questo blog non va considerato alla stregua di una testata giornalistica nè un prodotto editoriale e il suo curatore declina ogni responsabilità di qualsivoglia natura. Le notizie riportate provengono da altri siti sparsi per la rete, e dai normali organi d'informazione, (finanche da quelli mediaset). I testi vengono redatti da soggetto evidentemente incapace di intendere e di volere, prova ne sia il fatto che ha ostinatamente votato per il centro-sinistra (ma è meglio definirlo meno-destra). Il blog è attivo dal 17 gennaio 2008 (praticamente è iniziato con il carnevale e come scherzo vuole continuare ad esistere), non ha periodicità regolare ed è aggiornato secondo gli umori del suo curatore, la pazienza di sua moglie, la vitalità da pila alcalina di sua figlia e la gradazione alcolica delle bevande ingurgitate (avete notato che non ho accennato minimamente al lavoro? Beh, sono un impiegato pubblico che, per definizione, è un fannullone... quindi, il lavoro non mi riguarda; Viva Brunetta!!!). Va da sé che le responsabilità per i commenti sono di chi li inserisce. Si avverte che verranno cancellati, senza pietà alcuna, tutti quei commenti ritenuti offensivi per le persone. Verranno inoltre cancellate bestemmie, parole oscene, o che fanno riferimento alla pratica sessuale. Non saranno tollerati riferimenti espliciti o velati alla discriminazione di qualsivoglia natura (sessuale, razziale, politica, religiosa ecc.) Per concludere, le foto riportate nei post sono, per lo più, provenienti da internet (indicandone la provenienza). Qualora gli autori non autorizzassero la pubblicazione, possono comunicare tale intenzione e l'autore del blog provvederà a rimuovere le immagini come da richiesta. Buona lettura a tutti.

I BLOG CHE SEGUO

(Che siano lucani o di altre parti del mondo, sono quelli che preferisco)

ALICESTAFUORI

AMBIENTE BASILICATA (OLA)

anami

 animafragile

ANNA RUSSELLI

ARTARIE
ASTRONIK
betazedgirl

CAFFÈ SCORRETTO
COMITATO NO OIL POTENZA

DIARIO ESTEMPORANEO
elepuntallaluna

GARBO
gogobub

GOTHAMPOTENZA
jericho

IL CAF
IO TOCCO
I 400 COLPI (LU)
KALISPERA

LADYMARICA

lafatamab

LEONARDO
LUCKYSTAR

MANU  

MARATONETAGIO
MARIAPINA CIANCIO
MARTENOT-NEON

MAURIZIO BOLOGNETTI
NOICITTADINILUCANI
NONHOANCORADECISO

 OCCHIODELCICLONE

PAOLETTA82

PAOLO BORRELLO
PIETRO DOMMARCO
PINO SURIANO

ROSASPINA

SAXER

SAXERBLOG

SBLOGGATA
SERGIO RAGONE
SETTECINQUE   

sheisnotme

svegliaitalia


28 febbraio 2008

SOCIETA' CONTROMORATORIA!

Immaginavo che la proposta di moratoria di Giuliano Ferrara avrebbe scatenato una reazione diametralmente opposta. Il Prof. Flamigni, con una controproposta (che io vedo come una provocazione, più che una proposta vera e propria) scatena, a mio avviso un “muro contro muro” che potrebbe sortire l’effetto di rendere la discussione ancora più accesa…. oppure costringere le parti a scendere a più miti consigli e cercare delle soluzioni che siano, soprattutto, di buon senso. Parto con l’appoggiare la provocazione del Prof. Flamigni…. salvo ricredermi nel caso in cui Teocon, Teodem e laici-laicisti decidessero di percorrere la strada della discussione costruttiva. Chi vivrà vedrà!
Un grazie particolare ad Alessandro per aver segnalato sul suo blog, l’articolo in questione, dandomi lo spunto per postare un argomento di discussione molto di moda oggi.


14 febbraio 2008

diritti IN DIFESA DELLA 194

 Questo post nasce per tutta una serie di situazioni e vecchi episodi che hanno scatenato in me un po’ di riflessioni e qualche amarezza. Tutto parte dalla lettura del seguente articolo che mi lascia, per un attimo, smarrito. Voglio puntualizzare che non è per la notizia in sé il senso di smarrimento provato leggendo l’avvenimento, no! È un episodio personale, risalente al 2 settembre 2005.
L’antefatto è presto illustrato: intorno al giugno 2005, dopo accertamenti di natura ginecologica cui si era sottoposta la mia dolce metà nelle settimane precedenti, una interruzione del ciclo aveva portato entrambi a recarci in un laboratorio di analisi per effettuare il test di gravidanza. POSITIVO!!!!! Non potete immaginare come questa notizia, in due ultraquarantenni (attempatelli, ebbene sì) come noi, avesse dato una prospettiva della vita tutta differente. Non avevamo perso tempo: tutti, nel giro di poche ore, erano stati messi al corrente della splendida notizia. Insomma, a fine giugno 2005 eravamo in estasi per un evento che, alla nostra età, ritenevamo qualcosa di incredibilmente bello! Ma la cosa non era destinata a buon fine: ecografia e…. “Non sento il battito”, disse con preoccupazione mal dissimulata la ginecologa. Ma niente paura! Andiamo in ospedale, il giorno dopo: là hanno macchinari più sofisticati. Può darsi che la ginecologa non fosse attrezzata in maniera adeguata (è, più o meno, quello che ci ha detto, la dottoressa). Inoltre, facciamo un ulteriore esame (βhcg, mi pare che si chiami). In ospedale il verdetto è nefasto. La gravidanza si è fermata! Ma noi non ci vogliamo arrendere…. di corsa allo studio di un secondo ginecologo che, purtroppo, anche in appello, conferma la sentenza di primo grado. È necessario il “raschiamento”. E arriviamo al fatidico 2 settembre 2005. Ore 16.00: mia moglie entra in sala operatoria con le lacrime agli occhi e il sottoscritto, con un groppo in gola, attende che tutto sia finito. L’atmosfera è tetra. E nei giorni seguenti sarà così. Un figlio che avremmo voluto con tutte le nostre forze, non arriva! In quei giorni mi sorprendo a pensare, tra il serio e il faceto, che
per un embrione che muore, non vi sono esequie, orazioni funebri e fiori su una tomba.
Facciamo un salto di qualche mese. Marzo 2006. Mia moglie, a parte qualche piccola perdita nel mese di gennaio, non ha più il ciclo. Inoltre, si vede, appena accennata, una protuberanza all’altezza del ventre che mi spinge a dirle che, forse, è meglio fare un test di gravidanza. Con poca convinzione lei si reca al laboratorio analisi e…. POSITIVO!!!!! Non è incredibile? Ma, calma! Non diciamo nulla a nessuno fino a quando non siamo sicuri della cosa. Inoltre, mio padre è reduce da un intervento ad una valvola cardiaca che non ha dato i risultati sperati (per mesi entra ed esce dal reparto di cardiologia per improvvisi svenimenti, per sintomi che non lasciano presagire nulla di buono). Dare la buona notizia e rischiare di ritrovarci nella stessa situazione dell’anno precedente non è una buona cosa! Ma tutto va per il verso giusto (anche un secondo intervento cardiaco per mio padre è positivo). Il 2 settembre 2006 (avete letto bene, esattamente un anno dopo il nefasto epilogo dell’episodio precedente) mia moglie mette al mondo la nostra principessa! Solo per la precisione, quando il ginecologo ci ha proposto l’amniocentesi, abbiamo preferito non farla e correre il rischio di avere un figlio anche non in buona salute. Non ce la siamo sentita di trovarci di fronte a un bivio…. Abbiamo optato per il SIA COME SIA! Perché? Forse perché non ce la sentivamo di essere privati del piacere di essere genitori!
Ma sulla 194 non sono disposto a transigere! Non sopporto la lotta che, da più parti, con Santa Romana Chiesa che preme, si sta sviluppando contro una legge che io ritengo giusto che ci sia!!!!!!

Sono d’accordo sul fatto che il confronto tra le posizioni non debba svilupparsi secondo lo schema del muro contro muro. Preferirei che tutto restasse com’è, con la libera scelta (come abbiamo fatto noi) che rimane libera! Non tutti la pensano allo stesso modo. E, credo, almeno leggendo i vangeli (ufficiali ed apocrifi) che Gesù Cristo abbia dato ad ognuno di noi la strada da seguire e la libertà di scegliere se seguirla oppure no! Se è vero che è il Messia, mi piacerebbe che il giudizio sulle azioni compiute dagli individui sia lasciato a Lui! La Chiesa dia delle indicazioni al suo popolo. Ma non provi ad imporre ciò che non può essere imposto (che ne rimarrebbe del libero arbitrio?). Mi sono letto l’articolo di Natalia Aspesi e, credo, ci sia molto da riflettere.

Per ulteriori discussioni e approfondimenti su questo spinoso tema, rimando ai seguenti link:

http://annarusselli.ilcannocchiale.it

http://www.sirdrake.tv

http://www.radiopalomar.it

Io non ho altro da aggiungere, se non ripetere che difenderò la legge 194 da tutte le strumentalizzazioni e da tutti i tentativi di attacco!

P.S.
Di fianco trovate il Banner-link alla petizione on line organizzata da Micromega in difesa della 194. Firmiamo e un grazie particolare a Mariapina Ciancio per la segnalazione. Il sito è il seguente: www.firmiamo.it/liberadonna.

Piccola aggiunta in tempo reale. Fini e Casini in qualche modo si smarcano dalla posizione di Ferrara. Almeno leggendo questo. Vuol dire che, a destra, cominciano i problemi che l'iniziativa di Ferrara porta allo schieramento conservatore.


sfoglia     gennaio        marzo
 

 rubriche

Diario
opinioni politiche
Cultura
Divagazioni sportive
questioni etiche
elezioni
Giustizia e legalità
Città di Potenza
divagazioni economico-finanziarie
Diritti Vari
Potere
Energia
ambiente
Da Facebook
Comunità
Le perle di Nathan
versi

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ANNA FUBINI (aiuto infanzia)
ANTONIO DI PIETRO
ANTONIO PANNULLO
ARCOIRIS TV
BASILICATANET
BENNY CALASANZIO
BEPPE GRILLO
CARLO LUCARELLI
CARLO VULPIO
COME DON CHISCIOTTE
CORRIERE DELLA SERA
DISINFORMAZIONE
ECODIXIT
EDIZIONI BONELLI
ESPRESSO-REPUBBLICA
FABIO PISELLI
FERRUCCIO PINOTTI
GIANNI MINA'
GIOACCHINO GENCHI
GIULIETTO CHIESA
IL CONSIGLIO (dell'Abate Vella)
IL QUOTIDIANO
MASSIMO FINI
MEGACHIP
NEXUS ITALIA
OLIVIERO BEHA
PAOLO FRANCESCHETTI
REGISTRO PERSONALE
REPUBBLICA
SALVATORE BORSELLINO
S@SSI E-MIGRANTI
SCIENZA MARCIA
SIGNORAGGIO.COM
SONIA ALFANO
VOGLIO SCENDERE
WATTY

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom