.
Annunci online

  Nathan2000

"Da quando le persone corrotte si uniscono fra loro per costituire una forza, poi le persone oneste devono fare lo stesso". (Lev Nicolaevic Tolstoj)

 
Diario di bordo di chi spera di ritrovare la strada di casa
 


Indicazioni ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62.Il contenuto di questo blog non va considerato alla stregua di una testata giornalistica nè un prodotto editoriale e il suo curatore declina ogni responsabilità di qualsivoglia natura. Le notizie riportate provengono da altri siti sparsi per la rete, e dai normali organi d'informazione, (finanche da quelli mediaset). I testi vengono redatti da soggetto evidentemente incapace di intendere e di volere, prova ne sia il fatto che ha ostinatamente votato per il centro-sinistra (ma è meglio definirlo meno-destra). Il blog è attivo dal 17 gennaio 2008 (praticamente è iniziato con il carnevale e come scherzo vuole continuare ad esistere), non ha periodicità regolare ed è aggiornato secondo gli umori del suo curatore, la pazienza di sua moglie, la vitalità da pila alcalina di sua figlia e la gradazione alcolica delle bevande ingurgitate (avete notato che non ho accennato minimamente al lavoro? Beh, sono un impiegato pubblico che, per definizione, è un fannullone... quindi, il lavoro non mi riguarda; Viva Brunetta!!!). Va da sé che le responsabilità per i commenti sono di chi li inserisce. Si avverte che verranno cancellati, senza pietà alcuna, tutti quei commenti ritenuti offensivi per le persone. Verranno inoltre cancellate bestemmie, parole oscene, o che fanno riferimento alla pratica sessuale. Non saranno tollerati riferimenti espliciti o velati alla discriminazione di qualsivoglia natura (sessuale, razziale, politica, religiosa ecc.) Per concludere, le foto riportate nei post sono, per lo più, provenienti da internet (indicandone la provenienza). Qualora gli autori non autorizzassero la pubblicazione, possono comunicare tale intenzione e l'autore del blog provvederà a rimuovere le immagini come da richiesta. Buona lettura a tutti.

I BLOG CHE SEGUO

(Che siano lucani o di altre parti del mondo, sono quelli che preferisco)

ALICESTAFUORI

AMBIENTE BASILICATA (OLA)

anami

 animafragile

ANNA RUSSELLI

ARTARIE
ASTRONIK
betazedgirl

CAFFÈ SCORRETTO
COMITATO NO OIL POTENZA

DIARIO ESTEMPORANEO
elepuntallaluna

GARBO
gogobub

GOTHAMPOTENZA
jericho

IL CAF
IO TOCCO
I 400 COLPI (LU)
KALISPERA

LADYMARICA

lafatamab

LEONARDO
LUCKYSTAR

MANU  

MARATONETAGIO
MARIAPINA CIANCIO
MARTENOT-NEON

MAURIZIO BOLOGNETTI
NOICITTADINILUCANI
NONHOANCORADECISO

 OCCHIODELCICLONE

PAOLETTA82

PAOLO BORRELLO
PIETRO DOMMARCO
PINO SURIANO

ROSASPINA

SAXER

SAXERBLOG

SBLOGGATA
SERGIO RAGONE
SETTECINQUE   

sheisnotme

svegliaitalia


5 agosto 2021

sentimenti SEMPRE MEGLIO CHE ESSERE BANNATI.

Il fatto di non aver mai abbandonato (del tutto) questo spazio nella blogosfera, forse, ha una motivazione prevalente su tante altre: è uno spazio personale nel quale, magari, vengono postati i miei  delirii e, se qualcuno viene a commentare (evento sempre più raro ultimamente), lo fa con abbastanza garbo. Insomma, troppe volte i bloggers sono stati accusati di essere autoreferenziali nel loro spazio (altro che Facebook, Instagram, Twitter e altri modi di usare il web), e di cantarsela e suonarsela un po’ da soli! Però, magari, quando qualcuno viene a commentarti un post, sul blog, senti che questo qualcuno si è preso la briga di leggere le tue cazzate ed ha sentito l’esigenza di segnalarti questa cosa lasciandoti una traccia del suo passaggio. Ora, il mio blog non è mai stato uno di quelli seguitissimi, da svariate decine (se non centinaia) di lettori quotidiani. Eppure mai mi è capitato di ricevere commenti da odiatori (che per quelli che amano farsi vedere «acculturati» si chiamano haters) o di essere stato invitato ad andare “da qualche parte” e in fretta! A dire il vero, anche su Facebook non mi è capitato spesso di avere commenti violenti o atteggiamenti di odio nei confronti dei post da me pubblicati. Magari ho notato che alcuni contatti che, rispetto a ciò che postavo, sembravano dormicchiare, si svegliavano su argomenti a loro cari (nervi scoperti, direi) magari per dissentire circa la mia opinione su tali argomenti. Poi, ovviamente, mi è capitato di essere stato eliminato dai contatti per fraintendimenti, o per antipatie o per motivi che ancora mi rimangono ignoti… i fraintendimenti posso, in qualche modo, giustificarli col fatto che certi concetti, espressi faccia a faccia non hanno un effetto “divisivo” come, invece, accade con la parola scritta… insomma se chiacchierando con un tuo conoscente ti lasci sfuggire un vaffanculo, si finisce col riderci su! Se lo scrivi in un commento ad un post, o in una risposta ad un commento, può essere interpretato in maniera differente e, magari, causare litigi che portano all’uscita dai contatti («Se dici a uno “Li mortacci tua” che fai? Dici ‘na parolaccia. Se invece la scrivi diventa un pensiero – Manfredi in “Nell’anno del Signore”). Le antipatie sono anch’esse comprensibili: tu leggi un commento di un pincopallino qualunque ad un post di un tuo contatto, ne rimani colpito e ti attivi per chiedere “l’amicizia” a questo qualcuno. Salvo, poi, scoprire, col tempo, che la persona cui hai richiesto l’amicizia, scopri essere totalmente lontana dal tuo sentire e, quindi, preferisci prendere altre strade. Quelli che, invece, ti eleminano dai contatti senza spiegazioni plausibili, nel senso che, per quanto tu ti sforzi di capire, non arrivi a comprendere il perché dell’eliminazione beh… questo non risulta accettabile! E ti fa incazzare non poco! Di solito, quelle rarissime volte che ho, deliberatamente, eliminato dei contatti dal mio profilo Facebook, ho sempre comunicato la cosa al diretto interessato spiegando le mie ragioni. Per cui, amerei che anche nei miei confronti si usi lo stesso modo di agire. Ma la riflessione che facevo oggi, riguardava quelle persone che, in rete come nella vita, hanno abbracciato delle battaglie (sacrosante, sia chiaro) e che, magari, non vengono quasi mai a commentarti o anche solo a salutarti… tranne nel momento in cui hai qualcosa da obiettare circa la battaglia che hanno abbracciato. In quel momento sembra che queste persone abbiano come un sensore che le avvisa che qualcuno ha qualcosa da ridire sulla loro missione nella vita e, repente, vengono a commentare. La maggior parte delle volte è per chiedere lumi, chiarimenti ma… devo dire che rimango sempre basito nel vedere che per lunghi periodi non hai da costoro neppure un cenno di saluto e, come posti qualcosa che cozza con le tematiche ad essi care, subito si accorgono della tua esistenza. Ma, comunque, sempre meglio che essere bannati!




permalink | inviato da Nathan 2000 il 5/8/2021 alle 12:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     aprile       
 

 rubriche

Diario
opinioni politiche
Cultura
Divagazioni sportive
questioni etiche
elezioni
Giustizia e legalità
Città di Potenza
divagazioni economico-finanziarie
Diritti Vari
Potere
Energia
ambiente
Da Facebook
Comunità
Le perle di Nathan
versi

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ANNA FUBINI (aiuto infanzia)
ANTONIO DI PIETRO
ANTONIO PANNULLO
ARCOIRIS TV
BASILICATANET
BENNY CALASANZIO
BEPPE GRILLO
CARLO LUCARELLI
CARLO VULPIO
COME DON CHISCIOTTE
CORRIERE DELLA SERA
DISINFORMAZIONE
ECODIXIT
EDIZIONI BONELLI
ESPRESSO-REPUBBLICA
FABIO PISELLI
FERRUCCIO PINOTTI
GIANNI MINA'
GIOACCHINO GENCHI
GIULIETTO CHIESA
IL CONSIGLIO (dell'Abate Vella)
IL QUOTIDIANO
MASSIMO FINI
MEGACHIP
NEXUS ITALIA
OLIVIERO BEHA
PAOLO FRANCESCHETTI
REGISTRO PERSONALE
REPUBBLICA
SALVATORE BORSELLINO
S@SSI E-MIGRANTI
SCIENZA MARCIA
SIGNORAGGIO.COM
SONIA ALFANO
VOGLIO SCENDERE
WATTY

Blog letto 900614 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom